>
Loading...

Ilaria Barlese - Presidente

ILARIA BARLESE

Da quando sono nata la musica è parte di me: mio padre che mi cantava le sue canzoni preferite ha rappresentato la mia prima (e per quasi 15 anni unica!) “educazione musicale”. Sono nata nel 1974, epoca in cui internet, cellulari e tecnologie erano ancora lontane… la musica per me era solo voce: ho iniziato così, a cinque anni, dondolando sull’altalena che avevo in cortile; dondolavo e cantavo, e questo mi bastava per essere felice!

Poi ho scoperto il giradischi e i cantanti preferiti di mia mamma (no comment!), e nei mitici anni ottanta il mangiacassette è diventato il mio migliore amico; negli anni novanta mi sono finalmente “lanciata” nel mondo della musica… per non uscirne più! Ho cominciato con delle manifestazioni a carattere locale, poi con qualche concorso regionale.

“La musica fu galeotta”… Nel 1995 sono entrata nel mio primo gruppo musicale “Anonima” ed ho conosciuto il ragazzo che poi è diventato mio marito, il mio amico, ispiratore, mentore, consigliere… e molto altro ancora! La mia voce ibrida, come amo definirla, ha un timbro naturalmente scuro e sentendomi parlare viene facile classificarmi come mezzosoprano (la mattina presto anche tenore…); con il tempo, l’allenamento, lo studio e una fatale attrazione per le sfide difficili ho “allungato” la mia estensione, che ora mi permette di passare dalle parti maschili a quelle sopranili senza particolare difficoltà.

La decade novanta-duemiladieci mi vede in evoluzione, dalla musica leggera alla musica sacra, fino ad arrivare alla tanto amata musica lirica; nonostante i migliori maestri sconsiglino di passare promiscuamente tra i diversi generi musicali, io continuo imperterrita a cantare parallelamente la musica lirica e la leggera e mi approccio al Musical, un pianeta nuovo tutto da esplorare. Amante del teatro moderno, capisco che il musical racchiude in sé le arti del canto e della recitazione, cosa che mi viene facile, (perché naturalmente sono predisposta all’esagerazione!), e quindi mi tuffo con il solito entusiasmo in questa magica avventura.

La mia attrazione per il palcoscenico spazia dal teatro al dietro le quinte: allestitrice scenografica, assistente di palco, truccatrice, parrucchiera, ogni ruolo ha un suo fascino… . Dal 2010 in avanti la mia voglia di cantare lascia spazio alla voglia di creare, e comincio a mettere su carta le mie idee reinventandomi autrice, sceneggiatrice e regista di progetti musicali… alla base c’è la continua smania (sì, questo è il termine giusto!) di crescere, di migliorare, di imparare, che fa parte della mia indole e che mi rende, artisticamente parlando, un’ossessiva compulsiva.

Assieme a Dario Dreosti, (il ragazzo di cui parlavo poc’anzi), ho scritto e realizzato lo spettacolo “Cantastorie”, viaggio immaginario nelle tragedie dell’animo umano ispirato ai testi di Baudelaire e Pirandello ed alle suggestive musiche di Ennio Morricone; poi, siccome la vita non è solo musica, ci siamo concentrati su un altro progetto, e dopo tante fatiche abbiamo realizzato il sogno di diventare genitori!

Per festeggiare, io e il mio immancabile, stimolante e creativo compagno di vita e musica abbiamo tirato fuori dal cassetto un progetto messo da parte anni prima, da cui è nato il musical “Potere e inganno: i promessi sposi ”, interamente scritto, musicato ed arrangiato da noi. Mentre pesciolino era ancora “in viaggio” nella pancia, ascoltava la mamma cantare alternativamente i ruoli di Violetta Valery (Traviata) e di Don Rodrigo (capirete che sarà andato in confusione…); nel frattempo Dario, affetto dalla sindrome del buon padre di famiglia, ha pensato bene di trovare un ambiente più sano per la sua creatura, e quindi abbiamo cambiato casa, restaurato e traslocato nel giro di 4 mesi! Dopo tutte queste fatiche, non poteva che nascere una forza della natura… la piccola Marta è e sarà sempre il miglior spettacolo mai realizzato in tutta la nostra vita! … Appena ci sente suonare o cantare comincia a smaniare per stare con noi, e ci imita come può, divertendosi un mondo.

E siamo dunque tornati all’inizio… da quando sono nata, la musica è parte di me!





Curriculum artistico
Ilaria Barlese si dedica al canto fin da giovanissima, prendendo parte ad alcune manifestazioni di musica leggera a carattere locale nel 1995.

Nel 1997 prende parte al concorso nazionale "La Stalattite d’oro" di Jesi (AN) piazzandosi al 5° posto. Nel 1998 entra in un gruppo musicale come cantante solista e si esibisce in vari pub della provincia di Venezia in un repertorio per lei nuovo, spaziando dal genere Soul alla moderna musica pop.

La sua voce, dal timbro mezzosopranile caldo e naturalmente scura, è tuttavia particolarmente versatile e si presta anche all'interpretazione di brani originariamente concepiti per voci più acute e "leggere"; la notevole estensione permette di affrontare anche repertori prettamente maschili.

Nel 1999 Ilaria Barlese entra a far parte del coro polifonico "Benedetto Marcello" dell'Associazione Kolbe di Mestre (VE); si avvicina così al repertorio classico sacro di Mozart, Vivaldi, Bach e Hendel, guidata dalla Maestra di canto Daniela Battaglia. Nel 2001 si esibisce come contralto solista al Palafenice di Venezia diretta da Sandra Sofia Perulli in un concerto che raccoglie musiche dal fondo della Cappella Marciana dei primi dell'Ottocento.

Nel 2002 la cantante inizia lo studio del repertorio lirico, affidandosi al M° Vittorio Zambon, includendo nel suo repertorio le più famose arie d’Opera da Soprano e Mezzosoprano; assieme al repertorio lirico l’artista sviluppa il repertorio Operettistico ed in particolare il Musical, affinando la naturale predisposizione alla recitazione.

Nelle manifestazioni e spettacoli a cui prende parte collabora con i Maestri di piano Giovanni Dal Missier, Christian Maggio, Stefano Bembi e Roberto Rossetto, con il M° Costantino Carollo e la sua orchestra "Casanova Venice Ensamble"; canta assieme ad alcuni artisti famosi quali Vittorio Matteucci e Marco Guerzoni (Notre Dame de Paris); grazie alla buona tecnica vocale ed alla sua spiccata attitudine alle danza è in grado di sostenere coreografie impegnative del genere Musical; collabora con le compagnie "Padova danza" e "Armonia danza".

Nel gennaio del 2005, assieme al M° Vittorio Zambon, fonda l'Ass. Culturale Musicale "A. Zambon"; collabora con l'attore brillante Giuliano Scaranello per perfezionare la dizione ed il portamento e lo affianca come Soubrette in uno spettacolo dedicato all’Operetta; presta la voce a narrazioni e recitazioni di testi di prosa contemporanea e affronta anche la stesura di testi e presentazioni teatrali.

Nel 2007 collabora alla realizzazione del musical “I Miserabili”, versione tradotta e riadattata dell’opera originale tratta dall’omonimo romanzo di Victor Hugo; lo spettacolo vince il primo premio nella rassegna teatrale “Teatro d’autore” di Spinea, Venezia.

Dal 2007 inizia il suo percorso di insegnante di impostazione vocale, collaborando con l'associazione Phanta Rhei di Vicenza; organizza e tiene corsi di canto per anziani in collaborazione con l'associazione A.C.R.A.G. di Mestre. Dal 2008 collabora con l'associazione Mousikè di San Donà di Piave (Ve), interpretando i ruoli di Flora ed Annina ne "La Traviata" di Giuseppe Verdi alla scuola grande in S. Teodoro, a Venezia.

La sua attrazione per il teatro si sviluppa anche dietro le quinte: collabora come allestitrice scenografica e assistente di palco ne “La vedova allegra” e come aiuto trucco nel musical “Giulietta e Romeo”. Inoltre realizza personalmente alcuni dei suoi costumi di scena ne “La Traviata”. Nel 2009 consegue il diploma di Acconciatore e Truccatore presso la scuola “Personal moda” di Venezia – Marghera, dopo regolare biennio di studio.

Nello stesso anno, assieme a Dario Dreosti, realizza lo spettacolo “Cantastorie”, in qualità di autrice, regista e cantante; in seguito a questo matura la scelta di lasciare l’associazione “A. Zambon”, per avvicinarsi alla recitazione teatrale, genere finora mai esplorato. Dal 2010 al 2012 collabora con l’Associazione Culturale “Arte Povera” di Mogliano Veneto; assieme a Dario Dreosti è autrice del musical “Potere e inganno: i promessi sposi”, ispirato al celebre romanzo di Manzoni, che debutta il 14 aprile 2012 Al Teatrino Zero di Spinea.

Scroll to Top