Loading...

Dario Dreosti - Staff

DARIO DREOSTI

NOME: Dario
COGNOME: Dreosti
NATO il 19/11/1973 a Mestre – Venezia
STRUMENTI SUONATI: pianoforte/tastiere, chitarra, fisarmonica
Ho sempre avuto fin da piccolo familiarità (fratello al conservatorio e papà suonava fisarmonica) con gli strumenti musicali, pianoforte in particolare, imparando a pestare le prime note all’età di 6 anni.
A 13 anni ho preso lezioni private di fisarmonica per circa un anno e mezzo.
Nel 1989 calco il palcoscenico formando un gruppo (all’inizio un trio, poi un sestetto) musicale di cui sono il tastierista-arrangiatore-compositore. Si suona solo musica inedita e solo per l’annuale rassegna per musicisti amatoriali.
Nel 1996 cambia la formazione del gruppo e si inizia a suonare cover (blues-soul-pop) per i locali; contemporaneamente comincio ad uscire in duo per piano-bar, matrimoni, feste dell’ultimo dell’anno.
Nel 2005 comincio a collaborare (da esterno) con l’ass. culturale A. Zambon, dando una mano negli allestimenti scenografici o nell’eseguire piccoli brani dal vivo.
Nel 2007 divento membro dell’associazione A. Zambon interpretando una piccola parte canora ne "I Miserabili" e sempre collaborando nell'allestimento e nell'organizzazione dello spettacolo.
Nel 2009 nasce la voglia di portare in scena le tanto amate musiche di Morricone con la letteratura che mi affascina: dò il là per la creazione dello spettacolo ‘Cantastorie’ nel quale suono tastiera e fisarmonica e collaboro alla scelta ed all’arrangiamento dei pezzi (musicali e letterari).
Nel 2012 assieme a Ilaria Barlese realizzo musiche ed arrangiamenti dello spettacolo “Potere e inganno: i promessi sposi”, ispirato al celebre romanzo di Manzoni.

Ad una modesta tecnica esecutiva compenso con uno sviluppato orecchio musicale ed una forte sensibilità artistica: mi piace l’arte intesa in senso lato, come espressione più nobile dello spirito umano, come strumento per comunicare attraverso le emozioni. A questo proposito devo dire che mi piace molto il teatro (davanti e dietro le quinte) e mi piace credere di avere qualche attitudine alla recitazione.
Tra le diverse idee di spettacoli, c'è in cantiere un progetto di portare in scena la musica classica dal vivo, rappresentando con attori e scenografie le affascinanti storie di acluni compositori e di alcune opere, con lo scopo di far conoscere al pubblico la storia della musica e contemporaneamente di appassionarlo all'ascolto.

  • <
Scroll to Top